Luoghi della fede
Cattedrale di Santa Maria Assunta e San Genesio
Il duomo di San Miniato fu colpito da un bombardamento nel 1944
San Miniato
Via Sanminiatese, 3, 56028 San Miniato PI, Italia

La Cattedrale di Santa Maria Assunta e San Genesio, duomo di San Miniato, è sorta nel XII secolo, forse sui resti di una cappella più antica. Inizialmente intitolata a Santa Maria, viene citata per la prima volta nel 1195 in una bolla di Papa Celestino III. Quando nel 1248 fu distrutto il borgo di fondazione longobarda che si estendeva ai piedi di San Miniato, Santa Maria acquisì il fonte battesimale e il titolo di San Genesio. Allora l’edificio fu ristrutturano, la facciata venne decorata con bacini ceramici – come nella migliore architettura pisana. Nel Quattrocento la chiesa fu ampliata e fu costruita la possente torre campanaria, nota come la Torre di Matilde, per la leggenda secondo cui Matilde di Canossa sarebbe nata nell’attiguo palazzo del Vicari.
La facciata è a salienti, e presenta un paramento murario in mattoncini all’interno del quale sono inseriti 26 bacini ceramici decorati, notevoli per eleganza e originalità. Nella parte inferiore si aprono i tre portali cinquecenteschi in arenaria.

L’interno ha uno sviluppo architettonico neorinascimentale, frutto dei lavori ottocenteschi di Pietro Bernardini, con decorazioni in stile barocco. Le tre navate sono separate da due serie di archi a tutto sesto che poggiano su colonne ioniche in finti marmi policromi e sono coperte con soffitto a cassettoni intagliato e dorato, del XVII secolo.
Il 22 luglio 1944 un proiettile d’artiglieria statunitense penetrò nella chiesa attraverso il semirosone del braccio meridionale del transetto, ed esplose nella navata destra causando la morte di 55 persone. Il duomo era pieno di cittadini che erano stati radunati sul sagrato dai tedeschi.
All'episodio è ispirato uno dei film più celebri dei fratelli Taviani, "La notte di San Lorenzo".