Photo ©Marie-Lan Nguyen
Luoghi della fede
Il Battistero di San Giovanni a Firenze
Arricchito da un mosaico straordinario e da tre porte in bronzo dorato
Firenze
Piazza del Duomo

Il Battistero di San Giovanni si trova davanti alla Cattedrale di Santa Maria del Fiore ed è uno dei luoghi di culto più antichi di Firenze: nel Medioevo si credeva fosse un tempio pagano nell’epoca romana, dedicato a Marte, e poi trasformato in una chiesa.

Il suo aspetto fortemente geometrico a pianta ottagonale e le splendide decorazioni in marmo bianco e verde di Prato lo rendono una struttura affascinante, dentro cui spicca lostraordinario mosaico della cupola, una delle più grandi al mondo dell’epoca decorata con questa tecnica.

I mosaici su sfondo oro, dominati dalla figura gigantesca di Cristo e del giudizio universale, furono eseguiti dal 1266 agli inizi del Trecento da artisti di formazione bizantina provenienti da Venezia, ai quali si aggiunsero artisti toscani come Coppo di Marcovaldo e Cimabue, il maestro di Giotto.

La Porta del Paradiso
La Porta del Paradiso 

Il Battistero è famoso anche per i suoi magnifici tre portali in bronzo dorato: la Porta Sud, la più antica, porta la firma di Andrea Pisano, che tra il 1330 e il 1336 la scolpì con gli episodi della vita di San Giovanni e con le virtù. Sulla Porta Nord, realizzata da Lorenzo Ghiberti, sono raffigurate le scene del Nuovo Testamento e degli Evangelisti, ma è la Porta Est la più celebre: sempre opera del Ghiberti è un capolavoro dell’arte del Rinascimento.

Soprannominata Porta del Paradiso da Michelagelo, completamente dorata, fu completata nel 1452 con le scene dell’Antico Testamento: i pannelli originali, danneggiati durante l’alluvione di Firenze, sono stati restaurati e si possono ammirare nel Museo dell’Opera del Duomo.

Dentro il Battistero

Dentro il Battistero si possono ammirare anche alcune preziose opere di scultura come la tomba di Giovanni XXIII, antipapa morto a Firenze nel 1426, progettata da Donatello e Michelozzo, mentre la straordinaria ascetica Maddalena scolpita da Donatello in legno e un tempo qui collocata è attualmente esposta nel Museo dell’Opera del Duomo.

Per informazioni: www.ilgrandemuseodelduomo.it