Photo ©Davide Papalini
Luoghi della fede
La chiesa e il convento di Sant'Agostino a Pietrasanta
Un edificio storico rinato con mostre ed eventi
Pietrasanta
Via Sant' Agostino, 1, 55045 Pietrasanta LU, Italia

La chiesa di Sant’Agostino si trova nella piazza principale di Pietrasanta. Fu costruita dagli Agostiniani a metà Trecento, anche grazie alle donazioni di facoltosi mercanti lucchesi. Si può considerare come uno dei principali edifici gotici di tutta la provincia, anche se ha subito successive revisioni e ammodernamenti. I più evidenti furono realizzati nel Cinquecento, come la chiusura di alcune finestre bifore, poi sostituite da aperture quadrate. Il campanile, invece, più recente, risale alla fine del 1700.

All’interno la chiesa presenta un’unica navata, nonostante la facciata, con i suoi tre grandi archi in marmo, faccia pensare il contrario. Una particolarità è data dal pavimento, che è distribuito su più livelli per seguire l’andamento del terreno sottostante. Notevole è la presenza di altari dipinti, che sono ben nove: il più rilevante è quello dell’Annunciazione, il cui quadro è stato attribuito al pittore lucchese Taddeo Zacchia.

L’edificio è anche legato a una particolare personalità: qui infatti celebrò le sue prime funzioni padre Eugenio Barsanti, considerato, insieme a Felice Matteucci, inventore del motore a scoppio. Per un periodo all’interno è stato esposto un suo busto commemorativo, ma oggi si trova nella basilica di Santa Croce a Firenze, dove il religioso è sepolto.

Annesso alla chiesa vi era il convento degli Agostiniani, oggi impiegato per mostre d’arte contemporanea ed eventi, oltre a essere sede della biblioteca comunale e del museo dei Bozzetti. Caratteristico è il suo chiostro con eleganti colonne in marmo e diverse lunette affrescate con episodi della vita di Sant’Agostino.