Photo ©Pino Bertelli
account_balance
Musei
MAGMA, Museo delle Arti in Ghisa della Maremma
La storia dell’industria siderurgica di Follonica narrata in una vecchia fonderia
Follonica
Via Amorotti, 58022 Follonica GR, Italia

Il MAGMA, il Museo delle Arti in Ghisa della Maremma di Follonica, ha sede in quello che fu un vero e proprio forno fusorio e ripercorre la vita di un settore industriale passando per la sua storia, ma anche per le storie degli uomini che lo hanno animato.
L’origine stessa di Follonica è legata all’attività siderurgica: una fonderia vi è testimoniata già dal XVI secolo, ma già gli Etruschi apprezzarono le caratteristiche del territorio e le testimonianze partono addirittura dal VI secolo.
Un contributo all’aspetto urbanistico della città lo dette la volontà di Leopoldo II, che dal 1836 portò Follonica a essere il principale luogo di lavorazione del ferro del Granducato. La fonderia si specializzò gradualmente nella produzione di oggetti di arredo e di elementi architettonici di ghisa: fra gli esempi più noti ci sono la balaustra per Santa Maria del Fiore e la recinzione di piazzale Michelangelo a Firenze.

Il percorso museale si avvale oggi di moderne installazioni, strumenti interattivi e suggestive proiezioni audiovisive che ripercorrono le tappe propriamente storiche della lavorazione del ferro, ma raccontano anche il ricco tesoro costituito dalle risorse umane a essa legate e dalle creazioni artistiche che sono scaturite dall’approccio con questo materiale.
Tre sezioni, distribuite su tre piani, guidano il visitatore verso la conoscenza di un’intera comunità basata sulla siderurgia. In aggiunta, gli ospiti trovano mostre, eventi, laboratori e persino giochi didattici. Si segnala anche la presenza di un nutrito centro di documentazione sugli studi del territorio e la relativa archeologia industriale.
Il MAGMA, inoltre, è anche porta di accesso, per il comune di Follonica, al Parco Nazionale delle Colline Metallifere Grossetane.

Info: magmafollonica.it