Photo ©Allie_Caulfield
account_balance
Musei
Museo Civico del territorio Antonio Mordini
Un itinerario alla scoperta del passato di Barga
Barga
Il Museo Civico del territorio Antonio Mordini di Barga è ospitato nel medievale Palazzo Pretorio, che fu la residenza dei Commissari e dei Podestà di Barga. La pinacoteca prende il nome dal personaggio che si oppose al Governo Granducale, fu esiliato e successivamente dopo una carriera politica di grande tormento venne nominato Senatore del Regno da Umberto I nel 1896.

Il museo documenta, con un allestimento di tipo didattico, gli aspetti paleontologici della Valle del Serchio, quelli archeologici del territorio di Barga (tombe liguri e bronzetti etruschi) e quelli artistici del Medioevo e del Rinascimeno. La prime due sale espongono i reperti fossili paleontologici ed archeologici. Tre sale sono dedicate al medioevo e al primo rinascimento, temi di grande importanza per le rilevanti implicazioni artistiche di questa epoca quali il Duomo, esso stesso grande museo vicino al museo vero e proprio, alla pieve di Loppia, agli arredi sacri.

Scendendo nell'antico carcere, recenti studi hanno permesso di ricostruire l'arredamento di una segreta e sala delle torture; attraverso un predeterminato percorso, si può comprendere un passato in cui il modo di concepire ed esercitare la giustizia era ben diverso da quello odierno.