Photo ©Davide Papalini
Luoghi della fede
Pieve di San Vitale a Mirteto
Un'antichissima chiesa nella piana di Mirteto, nel comune di Massa
Massa
via S. Vitale

La Pieve di San Vitale ha origini antichissime: si hanno notizie della sua esistenza già sul finire del X secolo in epoca di colonizzazione romana. Fu costruita nella piana di Mirteto (nel comune di Massa) in una zona strategica, riparata dalle montagne e da dove si poteva controllare il mare. 

Dal punto di vista economico e politico, la pieve è considerata il maggior centro religioso della zona fino al XIII-XIV secolo. Con lo stabilirsi a Massa della famiglia Malaspina-Cybo, che avrà il maggior centro religioso nella chiesa di San Pietro, l'importanza della Pieve di San Vitale passerà in secondo piano.

La chiesa è costruita su tre navate con sei semplici colonne e oggi ha un aspetto rinascimentale. Nonostante abbia subito diverse modifiche e rifacimenti, e aver subito numerosi furti, conserva ancora importanti opere d'arte. Molto interessante è l'Annunciazione, opera scultorea, quattrocentesca di Antonio Pardini, le due piccole sculture in marmo pario che rappresentano un angelo e la Vergine collocate ai due lati del presbiterio e che molto probabilmente provengono dalla colonia di Luni.

Altre opere interessanti sono il tabernacolo che racchiude la Madonna incoronata col Bambino, in marmo locale, e la statua di San Rocco databili tra il XIV e il XV secolo, bello è anche il cancelletto in ferro battuto della balaustra dell'altare maggiore.

La pala dell'altare risale al XVIII secolo e rappresenta il Volto Santo che molto probabilmente è il rifacimento della stessa immagine già esistente nella chiesa più vecchia.