Photo ©Golf Club Castelfalfi
3 giorni tra golf e arte nel cuore della Toscana
Da Montelupo, a Vinci e Montaione, un itinerario per chi ama il golf e l'arte
directions_car
44 KM
Durata
3 giorni
Difficoltà
Facile

L'Empolese Valdelsa e Montalbano, nel cuore della Toscana, è ricco di storia, arte e natura ma non tutti sanno che questa è anche una terra adatta a chi ama giocare a golf.

Qui infatti si trovano importanti campi da golf, adatti a tutti i tipi di giocatore: il Golf Club Castelfalfi, nel borgo di Castelfalfi, il circuito più lungo della Toscana; il Golf Bellosguardo, a pochi chilometri da Vinci, dedicato alla figura di Leonardo, uno dei più impegnativi d'Italia e il Montelupo Golf Club, a pochi chilometri da Montelupo Fiorentino, lungo il fiume Arno.

Se amate il golf e volete rigenerare corpo e mente, ecco qualche suggerimento per 3 giorni da trascorrere tra sport e arte nel cuore della Toscana.


Primo giorno
Tra golf e artigianato nella città di Montelupo Fiorentino
Veduta Montelupo Golf Club
Veduta Montelupo Golf Club - Credit: Montelupo Golf Club

Il nostro itinerario inizia al mattino al Montelupo Golf Club, l'impianto golfistico di Fibbiana, a Montelupo Fiorentino. Si tratta di un percorso, par 36 a 9 buche, ideato negli anni '90 dall'americano Christopher Cowie, che si innamorò di queste terre. È particolarmente adatto ai principianti ma necessita comunque di attenzione anche da parte dei giocatori più esperti, che possono divertirsi a seguire l'itinerario lungo il corso del fiume Arno, godendo del paesaggio delle colline del Chianti Montalbano.

Dopo un pranzo al ristorante del Golf Club, è il momento di visitare Montelupo Fiorentino, città nota fin dal Medioevo per la produzione della ceramica artistica. Passeggiando per le vie del centro, dove si trovano ancora oggi le botteghe degli artigiani, arriviamo fino al Museo della Ceramica, per un'interessante visita all scoperta della storia di questa famosa produzione.

 

Secondo giorno
Arte e golf nella città di Leonardo da Vinci
veduta Golf Bellosguardo
veduta Golf Bellosguardo - Credit: Golf Bellosguardo Vinci

Il secondo giorno ci spostiamo a Vinci, la città di Leonardo. La prima tappa è il Golf Bellosguardo, impianto golfistico con un percorso par 70, composto da 9 buche. È uno dei percorsi più lunghi e impegnativi in Italia. Il campo affaccia sulle splendide colline di Vinci e ogni buca è dedicata a Leonardo, genio del Rinascimento. Non solo, accanto al campo da gioco, è stato realizzato un itinerario, adatto a grandi e bambini, che consente di conoscere la vita di Leonardo e le sue invenzioni, grazie alla ricostruzione di alcune delle macchine da lui ideate.

Dopo un pranzo al ristorante del Golf Club, con vista sulle colline del Montalbano, è tempo di conoscere i luoghi dove Leonardo nacque e visse la propria infanzia. Da non perdere la visita alla Casa Natale, ad Anchiano. Da qui possiamo raggiungere, a piedi o in auto, il centro storico di Vinci per visitare anche il Museo Leonardiano. A fine giornata ci godiamo un po' di relax in una delle strutture ricettive del luogo.

Terzo giorno
Tra Castelfalfi e Montaione
Veduta percorso Golf Club Castelfalfi
Veduta percorso Golf Club Castelfalfi - Credit: Golf Club Castelfalfi

Per il terzo e ultimo giorno viaggiamo fino a Castelfalfi, nel comune di Montaione, dove si trova il Golf Club Castelfalfi. Il circuito è composto da  27 buche, suddivise in due spettacolari percorsi che mettono alla prova i giocatori più esperti, ma al tempo stesso divertono anche gli appassionati: il Mountain Course, un par 72 a 18 buche e il Lake Course, un par 37 a 9 buche. Un'esperienza che unisce sport, divertimento e bellezza, grazie al suggestivo panorama che si gode da ogni buca. Inoltre, tutto il circuito è classificato come sostenibile. Al termine del percorso, da provare il ristorante della Country Club House, inaugurata nel 2020: per accompagnare il pranzo scegliamo il vino biologico prodotto nella Tenuta.

Nel pomeriggio ci spostiamo a Montaione per la visita di questo caratteristico borgo medievale con la suggestiva terrazza centrale che offre una vista superba sulla campagna circostante. Da qui raggiungiamo la Gerusalemme di San Vivaldo, il santuario realizzato nel '500 per riprodurre fedelmente la topografia della Gerusalemme dell'epoca. Per chiudere la nostra 3 giorni tra golf e arte nel cuore della Toscana torniamo al Toscana Resort Castelfalfi per regalarci una notte nella struttura ricettiva che nel 2019 ha ottenuto il riconoscimento di Best Golf Resort ai World Luxury Hotel Awards.