Photo ©Sailko
Buggiano
Tra piccoli borghi e splendide ville in uno dei più antichi comuni della Valdinievole

Il territorio di Buggiano, abitato prima dai Liguri, poi dagli Etruschi e infine dai Romani, ebbe sempre grande importanza strategica perché dalle sue colline si dominava la strada che univa Firenze con Lucca. I buggianesi, da buoni toscani, combatterono numerose lotte intestine e altre con i paesi limitrofi. Nel 1315, nella selva di Santa Maria, venne combattuta la battaglia di Montecatini fra i ghibellini lucchesi guidati da Uguccione della Foggiola e i guelfi fiorentini. Dal 1339 Buggiano e tutta la Valdinievole passarono sotto il controllo di Firenze. In età moderna il territorio buggianese acquista importanza come centro economico con flussi commerciali diretti per lo più verso Livorno, sia attraverso le connessioni stradali che attraverso le idrovie che dal Padule di Fucecchio permettevano di raggiungere l’Arno.

Cosa vedere a Buggiano

Nel territorio comunale, oltre al grazioso borgo medievale, meritano una visita Villa Bellavista, così chiamata per lo splendido panorama sul Montalbano che si gode dalla sua posizione, e alcune chiese tra cui in particolare il Santuario del Santissimo Crocifisso, che reca sulla facciata diversi stemmi dei comuni di tutta la Valdinievole. Negli anni Settanta, è stato istituito il Museo Parrocchiale del Santissimo Crocifisso, una piccola raccolta d'arte sacra, situata presso la Canonica, che espone arredi ed oggetti d'uso liturgico (tra cui candelieri bronzei, calici del XVI secolo e reliquiari).

In prossimità del castello di Buggiano, si trova l’Abbazia di Santa Maria, San Michele e San Pietro che comprende anche la chiesa della Madonna della Salute e di San Nicolao.

All'interno sono conservate pregevoli opere di scultura del XIII secolo, tra cui alcuni capitelli romanici, un evangeliario marmoreo e un fonte battesimale; quest'ultimo è costruito con lastre marmoree intarsiate che facevano probabilmente parte di un ambone e delle transenne che dividevano la parte dedicata ai monaci da quella per i fedeli. Allo stesso complesso apparteneva anche il leggio marmoreo.

Nei dintorni

Buggiano è un punto di partenza ideale per esplorare tutta la Valdinievole, essendo posto al centro tra le principali località. 

In questa area, sgorgano le acque preziose di Montecatini Terme, ancora oggi apprezzate presso gli stabilimenti termali dall’elegante architettura liberty. 

Merita una sosta Ponte Buggianese che, insieme ai comuni di Altopascio e Fucecchio, accoglie un percorso alternativo della Via Francigena. L’itinerario è il sogno di fotografi, ambientalisti e camminatori poiché, in alcuni periodi dell’anno, è possibile percorrere circa la metà del tracciato sui “barchini” lungo i corsi d’acqua.

Gli amanti del verde e del trekking possono visitare la riserva naturale del Padule di Fucecchio. Millenni fa, infatti, parte di questo territorio era coperto dalle acque del mare che arrivavano fino ai piedi del Montalbano e il Padule di Fucecchio è ciò che oggi rimane di quella remota epoca geologica.

Eventi

"La campagna dentro le mura" è una manifestazione biennale organizzata dall'Associazione Culturale Buggiano Castello ed il Comune di Buggiano: gli abitanti del borgo medievale aprono le porte delle loro case ai numerosi visitatori che giungono in paese per ammirare i caratteristici giardini d'agrumi e gli orti segreti.

Nel periodo primaverile si svolge la tradizionale Fiera in Selva, una delle più antiche di tutta la Valdinievole: un’occasione per vedere e comprare piante, fiori e alberi da frutto e specialità locali.

Piatti e prodotti tipici

Nei ristoranti e nelle osterie della zona si possono gustare le principali pietanze tipiche della Toscana: antipasto a base di salumi e formaggi locali, ribollita, farinata di cavaolo nero e prosciutto al forno. 

La Tortellona è uno dei piatti tradizionali di Buggiano: una pasta lunga e ondulata che viene condita con un saporito sugo di carne, fegatini e bietola.