Photo ©Mia Battaglia
Chiusdino
Il borgo medievale nelle Terre di Siena

Il paese di Chiusdino, in magnifica posizione tra la Valle della Merse e le Colline Metallifere, è immerso nel territorio delle Terre di Siena. Di fondazione antica - probabilmente dovuta a un insediamento alto-medievale dei longobardi - la cittadina di Chiusdino passò successivamente sotto il controllo dei Vescovi di Volterra e, a partire dal XIII secolo, del Comune di Siena.

Il paese mantiene ancora l'aspetto medievale, esaltato dalla struttura del castello e del borgo che lo circonda, e conserva alcuni tratti della cinta muraria, al cui interno si trovano anche alcune abitazioni di epoca medievale.

Cosa vedere a Chiusdino

All’interno del piccolo borgo storico sono da visitare la Chiesa di San Martino, nota come fuori le mura, la Prepositura di San Michele, attigua alla casa natale di San Galgano, e la Chiesa della Compagnia di San Galgano, in cui si trova un interessante bassorilievo raffigurante San Galgano che conficca la spada nella roccia. 

È proprio nel territorio di Chiusdino che sorgono la mitica Abbazia di San Galgano e l’Eremo di Montesiepi.
La basilica, famosa per essere senza il tetto, è tra le principali icone artistiche di tutta la Toscana ed è stata uno dei primi e più notevoli esempi di architettura romanica e gotico-cistercense in Italia. L'Eremo di Montesiepi e la basilica intorno costituiscono senza dubbio il più importante complesso religioso-monumentale del territorio senese.
L’Eremo sorge sulla sommità di una collinetta folta di querce, proprio dove il giovane cavaliere Galgano di Guidotto si ritirò a vita eremitica nel dicembre del 1180, l’anno in cui conficcò la famosa Spada nella Roccia, per ricreare il simbolo della croce. Ancora oggi, visibile nella chiesetta di Montesiepi.

Nei dintorni

Nel territorio comunale, che vale la pena esplorare, meritano una visita anche il borgo-castello di Frosini, antichissima residenza dei Conti della Gherardesca, il piccolissimo villaggio di Luriano e Castelletto e il castello di Montalcinello.

Per un'immersione nella natural c'è il Parco naturale della Val di Merseun'oasi di 12 ettari perfetti per escursioni di trekking, in bicicletta o a cavallo. In questo territorio, un complesso imperdibile è il Mulino delle Pile, meglio conosciuto per esser diventato il logo storico dei prodotti della Mulino Bianco.

Eventi

Il primo fine settimana di agosto, come da tradizione a Ciciano, una piccolo frazione del territorio, c’è  il tanto atteso torneo di Palla EH! un antichissimo, storico gioco, di probabile origine greca antica, e imparentato con il tennis moderno. Da non perdere nello stesso weekend, la Sagra del Ciaccino, una specie di focaccia cotta nei forni a legna come da tradizione.

Durante l'estate inoltre, si svolge Estate in Musica, molto eventi musicali con artisti internazionali nella magica e suggestiva location dell'Abbazzia di San Galgano.

Prodotti tipici

Tra i prodotti tipici, i più pregiati e rinomati sono i salumi, dal sapore eccelso e delicato, ricavati dalle carni di suino di razza cinta senese.

Il bosco regala profumati funghi e castagne dalle quali si ricava la gustosa farina utile in varie preparazioni culinarie.

L’allevamento ovino, consolidato nella zona da decenni, arricchisce la produzione di carni e latte dal quale trae origine il Pecorino Toscano DOP.

I prodotti che rappresentano sin dall’antichità la tipicità del territorio sono il vino, come il Chianti Colli Senesi DOCG e DOCG Riserva e il Vin Santo DOCG, prodotti e invecchiati secondo le regole del Consorzio del Chianti. Per conoscere da vicino questi e altri prodotti tipici locali si può percorrere la Strada dei Sapori della Val di Merse.