Photo ©Carlos Affonso
Fiesole
Antichissima città etrusca alle porte di Firenze, rifugio degli uomini di lettere e degli amanti dell’arte

Una delle mete preferite da chi vuole scoprire un angolo di Toscana classica eppure autentica è da sempre Fiesole: dalla sua collina la vista su Firenze è indimenticabile.

Aristocratica e appartata, Fiesole è una cittadina segreta, fatta di bellissime ville rinascimentali, viali orlati da cipressi, giardini e da una notevole area archeologica, testimonianza dell’antichissimo passato della città che, di origine etrusca, già ferveva quando di Firenze ancora non c’era traccia. Per scoprire Fiesole infatti è proprio il caso di partire dalle importanti testimonianze del suo remoto passato nell’area archeologica, al centro della quale c’è un bellissimo teatro di epoca romana ancora utilizzato come sede della raffinata stagione concertistica dell’Estate Fiesolana. 

A Fiesole si possono ammirare il Duomo di San Romolo, in stile romanico, facilmente riconoscibile grazie al caratteristico campanile a forma di torre; il Palazzo Vescovile, fondato nell’XI secolo e ricostruito nel XVII; e l'antichissima Chiesa di Santa Maria Primerana, eretta su fondazioni etrusche e ampliata nel Medioevo. Lungo il tragitto verso l'antica acropoli, si incontrano la basilica di Sant’Alessandro, e la chiesa con il convento e il Museo Missionario di San Francesco

La bellissima natura circostante fa poi di Fiesole un punto ideale per intraprendere delle belle passeggiate, per esempio verso il Monte Ceceri o le Caldine.

 

Da non perdere infine il Museo Civico Archeologico, che documenta la storia della città e del suo territorio, il Museo Bandini, in cui ammirare la collezione del canonico da cui il museo prende il nome, e la Cappella San Jacopo, che oltre agli affreschi ospita al suo interno una collezione di dipinti, croci e oreficerie liturgiche.

Il Convento di San Domenico si trova nell’omonima località, alle porte di Fiesole. Chiamato anche “Conventino” per le sue umili dimensioni, custodisce opere d’arte di inestimabile pregio, realizzate anche da Beato Angelico che dipinse la pala dell’altare maggiore della chiesa. 

Gli amanti del trekking e della natura possono inoltre avventurarsi sul Monte Ceceri: oltre a percorrere gli itinerari più belli della zona, potrete anche scoprire un luogo “magico” che ha affascinato importanti autori come Gertrude Stein ed Hermann Hesse e ha ispirato il brillante Leonardo da Vinci. Nel Cinquecento, infatti, proprio qui il Genio venne ad osservare il volo degli uccelli: uno studio che riteneva indispensabile per la progettazione della sua più grande macchina del volo.

Ogni estate si tiene l’Estate Fiesolana, il festival che, dal 1962, porta nel Teatro Romano di Fiesole i più grandi maestri del teatro, della musica e dell’arte internazional.e

In questa cornice si tiene anche il Premio Fiesole ai Maestri del Cinema, un evento che ogni anno porta ospita illustri registi e attori. Il Premio Fiesole Narrativa Under 40 è infine un appuntamento irrinunciabile per gli appassionati di letteratura italiana: l’iniziativa infatti vuole promuovere i nuovi scrittori.

Sulle colline fiesolane viene prodotto un olio extravergine di oliva di elevata qualità: un ingrediente che va ad arricchire molte ricette tipiche della zona, come la ribollita, la pappa al pomodoro o la semplice bruschetta.

Non dimenticate di gustare anche un calice di Chianti Colli Fiorentini DOCG, il vino dall’animo corposo apprezzato dalla storica famiglia dei Medici e ideale per accompagnare piatti a base di carne e cacciagione.