Photo ©landscapesandmore
Guardistallo
Un colle lungo la Costa degli Etruschi, tra il mare e una distesa di ulivi

La posizione tra il mare e il verde delle colline fa di Guardistallo il luogo ideale per una vacanza che alterni il relax della collina al brio delle vicine spiagge. Il borgo si trova su una morbida altura a cui deve anche il nome, attestato per la prima volta nel 1144 e che si suppone derivare dalle parole germaniche warda (“guardia”) e stall (“luogo”), perfettamente tagliato per questo piccolo “luogo di guardia”.

Nato come castello longobardo, dopo lo scioglimento dei feudi e la redistribuzione delle terre della riforma agraria leopoldina (XVIII secolo), Guardistallo conobbe il suo momento dorato grazie all’avvento di una nuova classe di facoltosi proprietari terrieri. 

Cosa vedere a Guardistallo

Nel 1870 venne costruita Villa Elena, dimora dei Marchionneschi, una delle famiglie più importanti della zona, e qualche anno dopo il Teatro Marchionneschi, riaperto nel 1990 dopo un lungo periodo di restauro, con i suoi 180 posti e un’acustica eccellente. Attualmente il Teatro è collegato a un circuito di iniziative che animano tutto il comune, specialmente nella stagione estiva.

Merita dedicare una giornata alla visita del Convento di Valserena, gestito da una comunità di monache contemplative. Al convento si possono acquistare i prodotti che derivano dal lavoro manuale delle monache: creme, profumi, saponette e liquori.

Interessante, infine, Casino di Terra, una frazione divisa tra il comune di Guardistallo e quello di Montecatini Val di Cecina. Si tratta di un piccolo centro abitato sorto lungo la strada che collega Cecina con Volterra, nei pressi di una storica fattoria (oggi adibita a ristorante).

Nei dintorni

Montescudaio, tra i borghi più belli d’Italia, conserva ancora oggi tra le vie incuneate, i sapori di quel Medioevo ormai remoto. Nel centro del paese si trova Piazza Matteotti con la casa natale del famoso scultore Italo Griselli. Inoltre, si possono ammirare i palazzi delle nobili famiglie cittadine, come i Marchionneschi, i Ridolfi e infine il Palazzo Guerrini, diventato sede del comune. 

A pochi chilometri di distanza si trova Casale Marittimo, con il suo suggestivo Castello. Non lontano dal borgo recenti scavi archeologici hanno portato alla luce i resti di un villaggio etrusco del VII secolo a.C., oltre alla Necropoli di Casa Nocera – un importante complesso di sepolture dei principi guerrieri etruschi.

Scendendo lungo la Costa degli Etruschi troviamo Castagneto Carducci dove visse lo stesso poeta. Dopo aver visitato la sua casa, il viaggio può proseguire seguendo la Strada del Vino, lungo la quale vengono prodotti alcuni tra i vini più apprezzati al mondo, come il Sassicaia, senza dimenticare l’olio extravergine di alta qualità.

Eventi

Il territorio di Guardistallo è particolarmente apprezzato per la produzione dell’olio d’oliva, cui è dedicata in primavera la Sagra della Crogiantina, dove l’olio viene gustato a crudo direttamente sul pane. Guardistallo è anche il paese dei mille presepi, allestiti nel borgo antico dagli abitanti e dagli alunni delle scuole nel periodo natalizio. 

Prodotti tipici

Il prodotto tipico per eccellenza è l’olio extravergine di oliva Toscano IGP, caratterizzato dal suo profumo inconfondibile che va impreziosire ricette locali e bruschette. Ottimi sono infine i liquori realizzati nel Monastero di Valserena, come il nocino, l’amaro al luppolo o l’estratto di eucalipto.