Pietrasanta
Tra le Alpi Apuane e il mare ecco la città del marmo, hub della scultura internazionale dove espongono artisti come Mitoraj e Botero

L’affascinante città di Pietrasanta, di origine medievale, è da considerare il capoluogo storico della Versilia e la capitale della lavorazione artistica del Marmo.
Centro di attrazione per artisti di tutto il mondo la città negli ultimi decenni si è trasformata in un vero e proprio museo a cielo aperto in cui ammirare, tra le tante gallerie e le piazze della cittadina, una rassegna ininterrotta e continuamente rinnovata di arte contemporanea e scultura di altissimo livello.
La città si è guadagnata il soprannome di Piccola Atene grazie alla concentrazione di artisti che hanno deciso negli anni di stabilirsi qui, tra i più noti degli ultimi decenni vale la pena ricordare almeno Igor Mitoraj e Fernando Botero. Tra le tante sculture permanenti che si possono ammirare passeggiando per la città ricordiamo  il Guerriero di Botero e il Centauro e l’Annunciazione di Mitoraj.

La vocazione artistica, sapientemente coltivata, ha radici antichissime ed è strettamente connessa alla lavorazione del marmo, che qui vanta una tradizione secolare. A ricordarlo bastano le imponenti e vicine vette delle Alpi Apuane, le raffinate decorazioni delle tante chiese che impreziosiscono le strade e le piazze del centro, oltre alla suggestiva presenza dei vecchi laboratori, tra cui l’antico Studio Cervietti di via Sant’Agostino.

Passeggiando per l’elegante centro storico lasciandosi piacevolmente distrarre dalle gallerie d’arte, dalle boutique, dalle enoteche e dai raffinati ristoranti, è il caso di prendersi qualche momento per visitare almeno alcune delle belle chiese di Pietrasanta. Tra queste, il notevole Duomo di San Martino che, affacciato sulla bellissima Piazza Duomo, conserva al suo interno opere di pregio così come il Campanile, che cela una stupefacente scala elicoidale. 

Sulla stessa piazza troviamo il Teatro Comunale e la Chiesa di Sant’Agostino, che oggi ospita il Museo dei Bozzetti Pierluigi Gherardi dove al suo interno troviamo una raccolta di 700 bozzetti in gesso di sculture di artisti italiani e stranieri.

Non molto lontano da Piazza Duomo si trova la chiesa di San Francesco, con l'annesso convento, un edificio sacro costruito nel XVI sec. ad opera dei Padri Francescani. Il convento conserva ad oggi il chiostro e il campanile in mattoni.

La città è dotata di una frazione marittima, Marina di Pietrasanta che, ad appena pochi km dal centro storico, permette di affacciarsi sulla costa della Versilia, a due passi da Forte dei Marmi.

Da non perdere Valdicastello, un piccolo borgo nel comune di Pietrasanta dove si trova la casa natia del poeta Giosuè Carducci. Oggi è una casa-museo dedicata alla memoria del poeta, dove sono presenti arredi, ricordi e pannelli illustrativi relativi alla sua vita. Inoltre Pietrasanta è attraversata dalla Tappa 26 della Via Francigena che da Massa arriva a Camaiore.

Un buon periodo per visitare Pietrasanta è l’estate, quando in città si moltiplicano mostre e rassegne d’arte, così come gli spettacoli nella Parco della Villa Versiliana a Marina di Pietrasanta.

A novembre si festeggia il patrono con la fiera di San Martino dove nella splendida cornice del centro storico si svolge la mostra mercato con espositori e produttori del settore alimentare provenienti da tutta Italia.

Una tipica pasta versiliese fatta in casa sono i Tordelli e si condiscono con sugo di carne. Questa specialità è immancabile nei giorni di festa in famiglia e nelle sagre paesane di tutta la Versilia.